FATTI UNA DOMANDA E DATTI UNA RISPOSTA!

novembre 06, 2017

Stavo decidendo cosa fare di questo blog, perchè in tanti tantissimi quasi tutti, dicono che i blog stanno morendo, che non li legge più nessuno.
Non sono d'accordo.
Io ad esempio i miei blog del cuore li leggo ancora, ma sono tutti blog che raccontano qualcosa, che non sono una semplice condivisione dell'ultimo lavoretto fatto, che percarità vanno benissimo, ma per quelli non ho bisogno di dover andare nel blog, mi basta Instagram o Fb, che per i soli contenuti visivi sono il massimo.

Oltre a vedere dei bei lavori, nel blog voglio conoscere la persona che ci sta dietro.
Mi piace leggere dei ricordi legati al quel lavoro, o di momenti trascorsi o di amore e odio, insomma qualsiasi cosa stia passando per la mente del proprietario del blog, che mi possa trasmettere una emozione e mettere in sintonia con lui.
Ed è proprio quello che ho sempre cercato di fare qui, nel mio piccolo.

Ma di contro è anche il motivo che mi tiene spesso lontana.
Se non ho tempo, se non ho la testa di fare una cosa come amo farla, non la faccio, e vi assicuro che fare un post, dove il contenuto non sia solo fotografico richiede tempo e tranquillità.
Almeno nel mio caso. Forse sono lenta, o semplicemente non sono una scrittice.

Ma ovviamente questo è quello che piace a me, ci saranno sicuramente altre persone non sono interessate alla storiella da leggere, anzi forse la troveranno pure inutile e fastidiosa, perché devono spulciarsi tra tutte quelle righe per capire se ho scritto di che marca è il timbro che ho usato e odiarmi alla fine quando capiscono che non c'è scritto, perché tanto non lo scrivo mai!! :)

Quindi il dubbio Marzulliano della giornata è: vale la pena continuare? C'è qualcuno che legge le cavolate che scrivo? Ho voglia di restare qui, anche se a spizzichi e bocconi?
Ma queste non sono le domande giuste in questo momento, la domanda giusta è:
Sei pronta a lasciare andare questo posto? No

Nella mia testa ho la convinzione che ce la farò, che riuscirò a tornare qui con frequenza e regolarità, ogni anno nuovo è tra i buoni propositi.
E puntualmente mi incastro a pensare se io rimanga più delusa dall'obiettivo fallito o dal prendere
coscienza che volere è potere e quindi di non aver messo il giusto impegno per raggiugerlo.
Fa poca differenza alla fine, perché in entrambi i casi la costante è “delusione”.
Ce la farò questa volta?
O meglio, ci metterò il giusto impegno?
...
Starai qui con me per scoprirlo?
:)

Oggi ho deciso di recuperare un pò di lavori fatti in questo 2017 di scarsissima pubblicazione, per
accontentare anche tutti quelli che vogliono solo contenuti visivi ed hanno saltato a piedi pari lo
sproloquio che ho scritto qui sopra.
Ho scelto la categoria layout, per rimanere in tema con le cose che si stanno lentamente spegnendo. 
Oppure è solo la mia percezione?



* * *


* * *


Per oggi vi saluto, ma ho ancora tanti lavori in attesa di essere pubblicati che ho intenzione sfornare nei prossimi giorni!  Nel frattempo rimango nel mood: Fatti una domanda e datti una risposta!!
Kiss
S.

You Might Also Like

23 commenti

  1. Sono d'accordo i layout si stanno spegnendo.. Per i blog, io li preferisco ad ig e fb, perché un minimo di storia la leggo, e la scrivo, non scrivo quanto te, ma un minimo si 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo preferisci come metodo di comunicazione, non arrivare in un blog e non trovare scritto nulla, giusto?

      Elimina
  2. I tuoi lavori sono spettacolari!!!! E anche io sono affezionata ad alcuni blog!

    RispondiElimina
  3. Scrivere e leggere un blog è sicuramente più impegnativo di postare un foto su IG o scrivere due parole su FB. Però è il loro bello. Io ci colgo maggiormente le emozioni, la fatica, il processo creativo. Io ci provo a commentare anche sui blog, soprattutto se vengo stuzzicata da un bel progetto e da una storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti se si volesse commentare tutti i post che si vedono servirebbe una giornata solo per quello :)

      Elimina
  4. E' vero, i blog in generale andranno scomparendo, ma quelli scrap per me no. Perchè dietro un layout che può piacerti (visto magari su ig o fb) ci sono segreti che vuoi carpire (e allora finisci sul blog). Poi secondo me c'è blog e blog, quello curato, simpatico da leggere e poi c'è quello sterile, che non trasmette emozione.
    Sul fatto che di layout se ne vedono pochi ti do' ragione, io stessa ne sto facendo molti di meno rispetto al passato, ma la mia è una mancanza di tempo.
    Non mollarlo comunque!

    RispondiElimina
  5. A me piace leggerti. I tuoi lavori sono magnifici, ma a me piace proprio come scrivi. Sempre ironica, msi banale e con la giusta verve per farti leggere tutta d'un fiato. Continua così con i tuoi tempi senza autofustigarti se non hai avuto tempo. Per produrre cose di qualità ci vuole l'ispirazione. E tu quando sei in vena sei insuperabile!

    RispondiElimina
  6. Io sono convinta come te che ne vale ancora la pena, a me piacciono gli sproloqui,le persone che li fanno e i LO anche se non sono più di moda��

    RispondiElimina
  7. Io sono convinta come te che ne vale ancora la pena, a me piacciono gli sproloqui,le persone che li fanno e i LO anche se non sono più di moda��

    RispondiElimina
  8. Ti posso dire la mia modesta opinione: io adoro i blog. Sì adoro i blog che pubblicano belle foto, con poco commento, così come quelli che raccontano di sè. Tu sei bravissima a mettere bene le due cose assieme, è un talento questo ;)
    Mentre quasi ogni giorno, di sicuro ogni settimana Facebook mi fa venire l'orticaria.
    Penso che i blog siano ancora ritenuti importanti e di conseguenza influenti, nonostante gli instagrammers, gli youtubbbbers e compagnia. Quindi non bisogna farli morire.
    E secondo me non bisogna aspettare di avere il post perfetto per pubblicare qualcosa, altrimenti ti blocchi e non vai avanti, proprio come di fronte al foglio bianco di un ipotetico layout. Basta farlo e basta, senza preoccuparsi del fatto che non hai abbastanza tempo, che non c'è un piano "editoriale", che hai scritto solo cose banali, se pensi che non ti leggerà nessuno. C'è sempre un mondo interessato a te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti principalmetne il blog è per me, quello che scrivo lo scrivo perchè mi piace farlo, e quindi non risucire ad organizzarlo come effetivamente vorrei fare, mi lascia un po' di amaro in bocca!!!

      Elimina
  9. No non mollare il tuo blog che a me piace troppo leggerti! Un bacione

    RispondiElimina
  10. Io fatico sempre a scrivere sul blog, mi sembra di spigliarmi nuda in mezzo alla Piazza! Poi penso sempre che forse alla gente può fregare proprio poconon di ciò che scrivo! Comunque complimenti per questi Lo, io credo non si stiano spegnendo, e spero che tante artiste come te continuino a tenerne alto il nome anche in Italia! Un bacio

    RispondiElimina
  11. I tuoi lavori sono sempre una meraviglia per gli occhi, ma mi piace anche il tuo modo di scrivere e ti leggo sempre volentieri, sei ironica e profonda allo stesso tempo, mi dispiacerebbe tu non lo facessi più.

    RispondiElimina
  12. Che bellissimi questi layout!!! io mica li avevo visti altrove (credo!)
    Anch'io sto leggendo un po' ovunque che i blog stanno morendo sostituiti dall'immediatezza di altri social, primo su tutti instagram, però ecco a me leggere dei romanzi su instagram non piace, proprio per il suo essere di fruizione veloce... io preferisco ancora i blog, e amo quelli capaci di raccontare, forse perchè io non ne sono molto capace (per paura di dire troppo, per "gelosia" delle mie cose, per paura di essere giudicata.... insomma nel blog come nella vita ;-))
    La domanda giusta secondo me non è "il mio blog interessa ancora agli altri?", ma "interessa a me?", e mi pare di aver capito di sì :-D
    grazie per lo spunto di riflessione

    RispondiElimina
  13. Sara anche no!
    Io amo il tuo blog dove racconti la tua vita con ironia, rabbia, amore...con mille sentimenti.
    Non mollare!

    RispondiElimina

Mr. Smith

PitaPata Dog tickers

Flickr Images